Un “Cavaliere della Repubblica” a Svitto!

latorreLa comunità italiana di Svitto (Svizzera) ha festeggiato presso il ristorante “L’Artista” l’onorificenza di “Cavaliere Ordine al Merito della Repubblica Italiana” per Cosimo La Torre, originario di Tarsia (Cosenza)

Gioia, soddisfazione e orgoglio, questi i sentimenti vissuti dalla piccola comunità di Siebnen, paese di residenza di Cosimo La Torre, per l’onorificenza “Cavaliere Ordine al Merito della Repubblica Italiana”.

Alla cerimonia, oltre ai familiari, alcuni giunti per l’occasione dall’Italia, agli amici e ai conoscenti, erano presenti anche i consiglieri del Comites, Luigi Giustiniani e Gerardo Petta, Franco Giorno, presidente del MO.D.I.E., Santo Salamone per il settimanale “La Pagina online”, il Cavaliere Giulio Albanese, presidente dell’UDIS (Unione di Italiani e Svizzeri in Europa), Pino Ambrosio, coautore del libro, appena pubblicato: Ferramonti: Storia di una Vita”  e il Senatore Antonio Razzi.

Durante l’aperitivo c’è stato il discorso del Cavaliere La Torre che ha ringraziato i presenti per essere venuti numerosi a condividere con lui un momento di grande significato e onore che gli e stato attribuito.  Infatti, ha sottolineato che non avrebbe mai immaginato, quando nel 1982 giunse in Svizzera da Tarsia (CS), di poter un giorno ricevere un riconoscimento di così grande prestigio che regala una profonda emozione.

Come orgoglioso cittadino sarà spronato a impegnarsi ancora di più. Dedica questo conferimento alla sua famiglia, ma anche a tutte le persone presenti, esprimendo sincera gratitudine a chi ha proposto e segnalato la sua candidatura.

In poche parole sembrava che tutta la comunità italiana di Siebnen e dintorni fosse stata insignita dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

La serata è continuata all’insegna dell’amicizia e della cordialità, con la degustazione di diversi prodotti tipici della nostra penisola.

Gerardo Petta