Dramma di giovani migranti in Svizzera!

yverdon A Yverdon, nella Svizzera francese, è stata uccisa una giovanissima afghana di diciassette anni. Il fidanzato di diciannove anni, afghano anche lui, ha confessato. Si amavano. Però la loro storia è finita drammaticamente.

Giovani e stranieri in cerca di un futuro comune in Svizzera. Ma così non è stato. Una vita spezzata da una parte, un omicida dall’altra. Come può accadere che due giovani desiderosi di vivere insieme, innamorati, possono concludere la loro storia in modo drammatico?
Tutti e due afghani. Lei giovanissima diciasettenne, lui di qualche anno in più, diciannovenne. Sara scompare la sera del 27 dicembre a Yverdon. Subito la notizia compare sui social e iniziano le indagini da parte della polizia locale.

Dopo qualche giorno, il 5 gennaio, viene arrestato il fidanzato e il giorno successivo viene ritrovato il cadavere della giovane. Lui confessa dopo qualche ora di interrogatorio.

Pare che si amassero in una relazione complicata e difficile. Un dramma che ha colpito l’opinione pubblica svizzera. Giovani, migranti, in terra straniera. Perché?